Bando Servizio Civile Universale 2018/2019

Il servizio civile rappresenta un’esperienza di impegno sociale nella comunità che si propone di rafforzare nei giovani la consapevolezza della responsabilità civica e dei doveri di solidarietà contro i fenomeni di frammentazione sociale.

Proprio in questi giorni è stato pubblicato il nuovo bando per il Servizio Civile Universale e pertanto è possibile presentare le domande di partecipazione ENTRO e NON OLTRE il 28 SETTEMBRE 2018 fino alle ore 23.59.

Come fare per partecipare a questa bella esperienza alle ACLI di Roma?

REQUISITI: Possono presentare domanda, ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o forze di polizia, i giovani, senza distinzione di sesso, che alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superino il ventottesimo anno di età (quindi che abbiano un’età compresa tra i 18 ed i 28 anni e 364 giorni) e che abbiano i seguenti requisiti:

–  essere cittadini italiani;

–  essere cittadini degli altri Paesi dell’Unione Europea;

–  essere cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti;

–  non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristi o di criminalità organizzata.

NON POSSONO PRESENTARE DOMANDA I GIOVANI CHE:

a) abbiano già prestato servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, o che lo stiano prestando ai sensi della legge n.64 del 2001, nonché coloro che alla data di pubblicazione del presente bando siano impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile nazionale per l’attuazione del programma europeo Garanzia Giovani.

b) abbiano in corso  con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

NOTA BENE: Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda l’aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” e nell’ambito del progetto sperimentale europeo “IVO4ALL” o aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA: Tutti i modelli e gli allegati sono disponibili sul  sito www.acliserviziocivile.org

La domanda deve essere:

– redatta secondo il modello riportato nell’allegato 3, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso e avendo cura di indicare la sede per la quale si intende concorre;

– accompagnata  da fotocopia di valido documento di identità personale;

– corredata dall’allegato 4 relativo all’autocertificazione dei titoli posseduti; tale allegato può essere sostituito da un curriculum vitae reso sotto forma di autocertificazione ai sensi del DPR n. 445/2000, debitamente firmato;

– corredata dall’allegato 5 debitamente firmato relativo all’informativa “Privacy”, redatta ai sensi del Regolamento U.E. 679/2016.

La domanda predisposta come sopra indicato può essere presentata esclusivamente secondo le seguenti modalità:

1) con Posta Elettronica Certificata (PEC*) – art. 16 bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n.2 – di cui è titolare l’interessato, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf;

2) a mezzo “raccomandata A/R”;

3) a “mano” (dalle 9.00 alle 13.00 presso l’ufficio delle spedizioni delle Acli in via Giusppe Marcora, 18/20)

*L’indirizzo PEC deve essere personale, non possono essere utilizzati indirizzi di altre persone o di service.

NOTA BENE: È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale, da scegliere tra i progetti inseriti nel presente bando. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nei bandi innanzi citati.

PROGETTI E POSTI DISPONIBILI:

Alle ACLI di Roma e US ACLI Roma sono stati assegnati 19 volontari che si impegneranno in diversi progetti operativi sul territorio e lavoreranno nella promozione della cultura della legalità e della cittadinanza attiva, nel contrasto alla dispersione scolastica, nella promozione e al sostegno della famiglia, nell’educazione e nella promozione culturale,  nell’assistenza agli anziani, agli immigrati e ai disabili, nella promozione del turismo sociale, e nella lotta alla dispersione sportiva.

Di seguito gli abstract dei progetti che verranno attuati presso le ACLI Provinciali di Roma e il numero dei volontari assegnati ad ognuno

PROGETTO: E’ COME ESSERE IN FAMIGLIA (n. volontari 6)

Il Progetto si pone come obiettivo generale quello di migliorare le condizioni economiche e sociali delle famiglie residenti nei territori interessati e di ridurne le condizioni di vulnerabilità. I volontari in servizio civile saranno attivamente coinvolti nell’organizzazione di gruppi di acquisto solidale, organizzazione di eventi di comunità e laboratori artistici e creativi, organizzazione di percorsi formativi e informativi rivolti alle famiglie. Attivazione e potenziamento di sportelli di mediazione familiare e supporto psicologico al fine di creare un sentimento comunitario e un rafforzamento del tessuto sociale.

PROGETTO: IMPARIAMO AD IMPARARE (n. volontari 4)

 Il progetto si propone di promuovere attività di animazione culturale per i minori, contrastando la lotta all’ evasione e all’ abbandono scolastico. Mediante azioni di tutoraggio scolastico.

PROGETTO: ORA CHE SAPPIAMO (n. volontari 1)

Il progetto promuove azioni di sensibilizzazione contro la violenza sulla donne, partendo dai contesti educativi principali (scuole, parrocchie, centri giovanili, luoghi di aggregazione formali ed informali, enti di formazione) per rivolgersi ai giovani, già a partire dalla fascia d’età 15-19 anni, quella in cui si forma la coscienza critica sul mondo esterno.

 PROGETTO: INSIEME IN VIAGGIO (n. volontari 2)

 Il progetto mira a promuovere e realizzare un’offerta moderna e qualificata di turismo sociale, valorizzando la rete dei Centri di Turismo delle ACLI (CTA). Il progetto intende migliorare la lettura della domanda e offerta di turismo sociale in Italia, realizzare nuovi itinerari accessibili anche ai soggetti più svantaggiati ed aprire info-point. Nello specifico, le attività proposte ai volontari riguardano: un’indagine sul campo per individuare la domanda e l’offerta di itinerari di turismo sociale e la loro catalogazione, l’altra riguarda la promozione e la pubblicizzazione in rete del turismo responsabile insieme alla possibilità di sviluppare un network di sportelli CTA sociali.

PROGETTO: TUTTI IN MOVIMENTO (n. volontari 2)

 Il progetto si prefigge di proporre un programma su cala nazionale di contrasto e prevenzione al fenomeno dell’ abbandono sportivo. Il progetto ha come obiettivo la diffusione delle pratiche sportive dedicate all’integrazione sociale delle persone appartenenti alle fasce sociali più deboli (giovani in stato di disagio, immigrati, disabili, anziani). I volontari collaboreranno alla realizzazione delle seguenti azioni: Organizzazione di attività ludico sportive appartenenti a diverse discipline; Informazione e sensibilizzazione sul ruolo dell’attività fisica; Creazione di reti territoriali di associazioni che lavorano sui temi di sport giovanile, le scuole e servizi giovanili per la condivisione di esperienze e competenze.

PROGETTO: GUAI A CHI SPRECA (n. volontari 4)

Il progetto ha l’obiettivo di mettere in moto un circuito di sensibilizzazione e attivazione rispetto al recupero e distribuzione delle eccedenze di panificazione al fine di offrire un supporto materiale alle persone e alle famiglie con problemi di povertà alimentare. Ai volontari sarà richiesto di gestire le operazioni di raccolta del cibo; guidare il pulmino messo a disposizione dalla sede ACLI accreditata per raccogliere il cibo in eccedenza; affiancare gli operatori nella distribuzione; individuare le situazioni di maggiore difficoltà per la consegna a domicilio delle eccedenze recuperate.

Potete contattare la nostra sede provinciale ai numeri 0657087028 per avere maggiori informazioni sulla compilazione della domanda.