III Municipio, necessario commissario super-partes

“Vogliamo rivolgere un accorato appello alla Sindaca Raggi perché si faccia parte attiva affinché, dopo la sfiducia alla Capoccioni, vengano rispettati i principi democratici che sono alla base di una civile convivenza. Occorre proprio per questo dare un segnale chiaro nominando un commissario super-partes. Preoccupa molto l’ipotesi, che speriamo risulti infondata, di affidare questo delicato compito alla presidente uscente sfiduciata dall’assemblea municipale che – e ci tengo a sottolinearlo – rappresenta i cittadini”.

È quanto dichiara Lidia Borzì, presidente delle Acli di Roma e provincia in merito alle voci preoccupanti che nel III Municipio il compito di coordinare i rapporti tra Campidoglio e Municipio sarà affidato alla presidente uscente, Roberta Capoccioni, che è stata sfiduciata ieri sera.

“Una scelta diversa da un commissario esterno – aggiunge Borzì – sarebbe un segnale profondamente antidemocratico che dovrebbe preoccupare tutti. Ci auguriamo che la prima cittadina di Roma faccia le sue scelte tenendo presente la volontà dei cittadini del III Municipio che attraverso i propri rappresentanti hanno dato segnale chiaro e inequivocabile facendo cadere la presidente Capoccioni”.